close
Drop

Capitale della Cultura per il 2020: Parma, Reggio e Piacenza in competizione. La mossa vincente? Candidare l’Emilia

2onthe road

Nel Drop inaugurale (<Pärma l’à pèrs al brand> – leggi qui) terminavo la riflessione incamminandomi sulla via Emilia. Ipotizzando una metropolitana che aumentasse l’integrazione tra Reggio, Parma e Piacenza. Un’operazione ad asfalto zero. Ma non a costi zero. Anzi.  Certamente un’opera con un ritorno a largo raggio rispetto al metrò paventato nell’era ubaldiana e ristretto solo a Parma. Una  via di comunicazione avveniristica per dare slancio  alla cosiddetta (ma si fa ancora fatica a pronunciarla) Area Vasta Emilia Nord.  Proprio  in questo periodo di massima valorizzazione della storia della via Emilia per i 2200 anni dalla fondazione delle prime colonie romane, credo sia interessante ripensare alla via Emilia come laboratorio per la definizione di un’identità nuova  da attribuire a  città come Parma, Reggio e Piacenza. Ragionare sulla composizione del Brand Emilia vorrebbe dire aprire confronti e progetti su un distretto socio-economico finalmente allargato, come lo sono le numerose  famiglie che vivono lungo la via Emilia. Compresi i nuovi emiliani.

Continua
1 3 4 5 6
Page 5 of 6